Stampa

Un assaggio di Via Francigena 2018

Tra il 21 e il 25 settembre 9 Consorelle e 3 Confratelli hanno camminato sul tratto iniziale della via Francigena per un centinaio di chilometri. Intenzionale la partenza dal Colle del Monginevro, luogo simbolico dove è posto il cippo che unisce e divide i due cammini: da una parte la via Domizia che scendendo per la Francia giunge ad Arles per continuare verso Santiago, dall'altra la nostra Francigena che porta sino a Roma.
Itinerario affascinante per bellezze paesaggistiche ed artistiche. Infatti scendendo dal Colle la prima sorpresa: la discesa, attrezzata con comodi gradini e protetta da  mancorrenti e catene, nell'orrido ove scorre la Dora, accompagnati dal ponte tibetano che in alto attraversa per centinaia di metri il canyon. Poi il lungo attraversamento del bosco di Sanbertrand ed i graziosi paesini di Oulx, Cesana, Clavière, Chiomonte, in gran parte conservati intatti. Decine e decine le fontane, antiche in gran parte, generose di acqua freschissima e poi il grandioso forte di Exilles, nel quale abbiamo sostato. Il top è stata la Sacra  di San Michele, emblema della nostra Regione (da alcuni raggiunta a piedi), da altri guardata dal basso dal bellissimo castello, restaurato e divenuto ostello per viandanti, situato nel paese di Sant'Ambrogio Torinese ai piedi della Sacra stessa.
Tutti soddisfatti e pimpanti; al prossimo anno, se Dio vorrà, la prosecuzione su questo nostro splendido cammino.